Google+

Ragazze e Donne vittime di Violenza Gender i dati del 2019 – Sono 62 milioni le vittime solo in Europa.

Lascia un commento

23 maggio 2019 di Girl Power free-magazine

Dati ufficiali Agenzia dell’Unione Europea, UNESCO, UNICEF, ISTAT e EURES.

62 milioni di vittime sono i dati ufficiali e drammatici di una ricerca dell’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali, presentata al Parlamento di Bruxelles.

Nel 2014 sono 62 milioni di donne in Europa: il 33 per cento della popolazione femminile hanno subito violenza.

Sono oltre 18 milioni le donne vittime di di violenza sessuale e aggressioni fisiche estreme.

Sessantadue milioni di donne in Europa (il 33 per cento della popolazione femminile) hanno subìto violenza. Oltre due terzi di loro non hanno denunciato l’aggressione più grave da parte del partner. A sorpresa il record degli abusi va ai Paesi dove i tassi di occupazione femminile risultano più elevati.

Pedofilia e Infanticidio.

21 milioni di vittime in Europa

E’ un altro dato allarmante, quello sulla pedofilia: 21 milioni di donne europee, il 12 per cento, hanno subìto un abuso sessuale da parte di un adulto prima dei 15 anni, e nella metà dei casi si trattava di amici di famiglia o parenti. Emerge infine che il 30 per cento di chi, da adulta, ha patito qualche forma di vittimizzazione da un partner, attuale o precedente, è anche stata sottoposta a molestie sessuali durante l’infanzia.

Report sulle Molestie Sessuali e Stupro.

Sono oltre 18 milioni le donne vittime di di violenza sessuale

Il 55 per cento delle donne europee ha dichiarato di aver subito una forma di molestia sessuale. Per un terzo di loro, l’avance non gradita è avvenuta sul lavoro, da parte di un superiore, di un collega o di un cliente. addirittura il 75 per cento si è trovato nella situazione di dover respingere un invito sessuale insistente.

Sono oltre 18 milioni le donne vittime di di violenza sessuale (l’11 per cento della popolazione femminile europea), mentre il 5 per cento ha patito un vero e proprio stupro: quando il colpevole non era il partner, una su dieci ha rivelato che almeno in un caso si trattava di una violenza di gruppo. Nel 27 per cento dei casi la violenza si è consumata a casa della vittima, nel 18 per cento in un luogo pubblico come un parco, una piazza o un parcheggio, e nel 16 per cento a scuola o nel posto di lavoro.

Violenze Domestiche in drammatico aumento.

Per il 33 per cento delle europee che ha subito violenza fisica, psicologica o sessuale almeno una volta nella vita, nei due terzi dei casi l’aggressore era il partner.

I DATI DEL 2018

Nel mondo una donna su tre conosce da vicino la violenza. In Italia, la maggioranza degli stupri è opera del partner e quando una donna viene uccisa, nell’80% dei casi è per mano di un cittadino italiano.

Le donne vittime di violenza nel mondo.

I Numeri sono Allarmanti

Una su tre. È questo il dato che rappresenta le donne che prima o poi, nel corso della vita, subiscono una forma di violenza, sia essa fisica o sessuale. L’artefice, la maggior parte delle volte, è il partner. A livello globale, circa un terzo delle donne che sono impegnate in una relazione ha vissuto una qualche forma di violenza da parte del proprio compagno. Indagini condotte tra il 2005 e il 2016 in 87 paesi riportano che il 19% delle donne e delle ragazze tra i 15 e i 49 anni rivela di aver subito violenze fisiche o sessuali da parte del partner o ex partner nel corso dei 12 mesi precedenti l’intervista.

 

I DATI DEL 2016

 

Il Femmicidio in Italia

Rapporto Eures sul femminicidio in Italia.

Tre uccisioni su quattro avvengono in famiglia. E nel 2016 hanno ricominciato a crescere.

E nel 2016 i femminicidi sono tornati a crescere rispetto all’anno precedente (+5,6%, da 142 a 150), trend sostanzialmente confermato dai 114 casi – più di uno ogni 3 giorni – dei primi dieci mesi di quest’anno. L’incidenza femminile sul numero di vittime totali di omicidi non è mai stata così elevata, 37,1%: nel 2000 si attestava sul 26,4%. Sono numeri di una strage infinita quelli delineati nel quarto.

 

Rapporto UNICEF-UNESCO sul Bullismo un incubo nelle Scuole.

Allarmanti le dichiarazioni del Direttore generale dell’UNICEF, Henrietta Fore. “Ogni giorno, i bambini incontrano numerosi pericoli, fra cui scontri, pressione per unirsi alle gang, bullismo sia di persona che online, punizioni violente, molestie sessuali e violenza armata.

Nuovo rapporto UNICEF sulla violenza nelle scuole:

Il rapporto sottolinea diversi modi in cui gli studenti subiscono violenza in classe e fuori. Secondo gli ultimi dati dell’UNICEF:

  • A livello globale, poco più di 1 studente su 3 fra 13 e 15 anni è vittima di bullismo e circa la stessa percentuale è coinvolta in scontri fisici.
  • 3 studenti su 10 in 39 paesi industrializzati ammettono di esercitare bullismo sui loro coetanei;
  • Circa 720 milioni di bambini in età scolastica vivono in paesi in cui le punizioni fisiche a scuola non sono completamente proibite;
  • Le ragazze e i ragazzi sono egualmente esposti al rischio di bullismo, ma le ragazze hanno maggiori probabilità di essere vittime di forme psicologiche di bullismo e i ragazzi incorrono in un rischio maggiore di violenze fisiche e minacce;
  • In Italia, il 37% degli studenti fra i 13 e i 15 anni hanno riferito di essere stati vittime di bullismo a scuola almeno una volta negli ultimi due mesi e/o di essere stati coinvolti in scontri fisici almeno una volta nei 12 mesi passati.

 

ISTAT 2018 Italia – Il numero delle vittime e le forme della violenza.

 

Il 31,5% delle 16 anni in su sono 6 milioni 788 mila ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale: il 20,2% (4 milioni 353 mila) ha subìto violenza fisica, il 21% (4 milioni 520 mila) violenza sessuale, il 5,4% (1 milione 157 mila) le forme più gravi della violenza sessuale come lo stupro (652 mila) e il tentato stupro (746 mila).

Ha subìto violenze fisiche o sessuali da partner o ex partner il 13,6% delle donne (2 milioni 800 mila), in particolare il 5,2% (855 mila) da partner attuale e il 18,9% (2 milioni 44 mila) dall’ex partner. La maggior parte delle donne che avevano un partner violento in passato lo hanno lasciato proprio a causa delle violenza subita (68,6%). In particolare, per il 41,7% è stata la causa principale per interrompere la relazione, per il 26,8% è stato un elemento importante della decisione.

Il 24,7% delle donne ha subìto almeno una violenza fisica o sessuale da parte di uomini non partner: il 13,2% da estranei e il 13% da persone conosciute. In particolare, il 6,3% da conoscenti, il 3% da amici, il 2,6% da parenti e il 2,5% da colleghi di lavoro.

Le donne subiscono minacce (12,3%), sono spintonate o strattonate (11,5%), sono oggetto di schiaffi, calci, pugni e morsi (7,3%). Altre volte sono colpite con oggetti che possono fare male (6,1%). Meno frequenti le forme più gravi come il tentato strangolamento, l’ustione, il soffocamento e la minaccia o l’uso di armi. Tra le donne che hanno subìto violenze sessuali, le più diffuse sono le molestie fisiche, cioè l’essere toccate o abbracciate o baciate contro la propria volontà (15,6%), i rapporti indesiderati vissuti come violenze (4,7%), gli stupri (3%) e i tentati stupri (3,5%).

Le forme più gravi di violenza sono esercitate dal partner, parenti o amici. Gli stupri sono stati commessi nel 62,7% dei casi da partner, nel 3,6% da parenti e nel 9,4% da amici. Anche le violenze fisiche (come gli schiaffi, i calci, i pugni e i morsi) sono per la maggior parte opera dei partner o ex. Gli sconosciuti sono autori soprattutto di molestie sessuali (76,8% fra tutte le violenze commesse da sconosciuti).

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Google Translate

Top G-Power Articoli

Member of The Internet Defense League

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: