Google+

Le Donne di Sparta : Fascino e Potenza della Femminilità Spartana

1

12 giugno 2013 di Girl Power free-magazine

LE DONNE DI SPARTA

Fascino e Potenza della Femminilità Spartana

 

 

Ciò che diversificava Sparta dalle altre città greche era la logica guerriera che doveva prevalere anche per le donne visto che la società in questione basava il suo credo nell’arte militare. le donne Spartane erano molto muscolose.
Non era la donna d’Atene, o Etrusca o Romana, non partecipava per nulla all’attività sociale e politica e nemmeno poteva dir la sua sulla gestione del patrimonio della famiglia.
Era invece, e pesantemente attiva nell’attività fisica ed arrivava ad avere anche un discreto potere.
A Sparta dove la doRagazze Salute e Benessere 16 a 25 anni, Salute e Benessere Ragazze Adolescenti 2018, Come diventare una ragazze di Successo a Scuola, Fisico Perfetto Ragazza di 16 anni, Ragazze avere un fisico da Urlo a 16 anni, il Fisico Perfetto Ragazze Estate Bikini, I Segreti per una Forma Fisica Perfetta Ragazza, Il Fisico Perfetto dai 16 anni ai 20 anni, Ragazze Teen come avere un Fisico Scolpito in poco Tempo, Ragazza Palestrata 16 anni,nna è praticamente tutta diversa. Le donne spartane sono grosse muscolose e forti infatti andavano in guerra e serviva essere forzute per trasmettere la propria forza ai figli. Ella aveva meno diritti delle donne romane; non dialoga molto con il proprio marito : cucinare e farle allenare intensamente per renderle forti.
Anzi, Licurgo raccomandava che le giovani si sposassero in piena forza fisica per dare alla patria i combattenti.

Per converso la legge proteggeva molto la donna a Sparta, nessun uomo poteva in alcun caso mancarle di rispetto e le pene erano abbastanza pesanti per l’epoca e mai come in altre società le sarebbe mancato il cibo: il guerriero spartano avrebbe rinunciato al suo per non farlo mancare alla propria moglie. Le donne spartane, al pari degli uomini, eseguivano le pratiche atletiche e le esercitazioni militari per essere in grado di difendere le città quando gli uomini erano lontani, per esempio per un conflitto bellico. Spesso gli stessi allenamenti erano promiscui e, non di rado, le donne Spartane erano vincitrici di competizioni olimpiche, ritenuta da loro utile per essere più agili nel compiere le azioni ginnastiche e di forza pura. Lo scopo era simile a quello dell’Agoghé (La Agoghé era un rigoroso regime di educazione e allenamento cui era sottoposto ogni cittadino spartano) in quanto mirava a rendere le donne spartane le più attraenti fisicamente dell’intera Grecia.

La principessa spartana Cynisca fu la prima vincitrice delle Olimpiadi

Le donne sposate non erano neppure ammesse sugli spalti, potevano accedervi solo le donne giovani e le vergini.

“I giochi femminili si tenevano ad Olimpia ed erano dedicati alla moglie di Zeus, Era.

Le giovani donne correvano con tuniche corte con il loro seno destro scoperto, come omaggio alle donne guerriere amazzoni, una razza di super-guerriere donne che si riteneva usassero cauterizzare il seno destro (o forse non lo avevano per effetto dei durissimi allenamenti fisici che le privavano del seno, erano pettorali.), affinché non fosse di impedimento al lancio del giavellotto.

A Sparta poi vi erano lotte tra le donne, La donna spartana,era una sportiva: si esercitava nella ginnastica, nella corsa, nella lotta, pugilato (con fasce per proteggere il seno) e nel lancio del giavellotto.

Vi è la storia di un senatore romano che affrontò il lungo viaggio per vedere queste poderose donne spartane, che si diceva fossero incredibilmente belle e muscolose. Quando il senatore le vide era così emozionato che saltò sul ring durante l’ incontro.

spartana_corsa

ragazza spartana in corsa

Inizialmente i giochi Olimpici erano esclusivamente riservati ai concorrenti di sesso maschile, ma gli Spartani, che a differenza degli Ateniesi e degli altri Greci si vantavano della prestanza fisica delle donne, cambiarono questa ‘regola’.

Fu la principessa spartana Cynisca a diventare la prima vincitrice delle Olimpiadi quando vinse la corsa delle quadrighe, non solo una ma ben due volte, nel 396 e nel 392 a.C.

La vittoria di Cinisca del 396 a.C. ebbe vasta eco nell’opinione pubblica dell’antica Grecia. Pausania testimonia che nel tempio di Zeus di Olimpia furono esposte due opere commemorative della vittoria realizzate dallo scultore Apelleas: una statua che rappresentava la stessa Cinisca ed un’altra statua che raffigurava il carro, i cavalli e l’auriga. Lo stesso autore testimonia che l’iscrizione realizzata ad Olimpia indicava che Cinisca era l’unica donna (fino a quel tempo) ad aver vinto la corsa dei carri alle Olimpiadi.

LE SPARTANE DEL 21 SECOLO

Oggi un modello, quello della donna spartana emulato da molte ragazze adolescenti che praticano un vero e proprio culto della forza fisica, muscoli d’ acciaio e della personalità per mostrare un immagine vincente e diversamente attraente.

 

 

 

 

 

One thought on “Le Donne di Sparta : Fascino e Potenza della Femminilità Spartana

  1. amleta ha detto:

    Peccato che nei film non si vedano mai certi personaggi di questo tipo. Le donne sono ancora a livello di principesse tranne qualke piccola eccezione tipo Wonder Woman. Io spero che si possano vedere sempre più eroine ma eroine vere e non patinate.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Google Translate

Top G-Power Articoli

Member of The Internet Defense League

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: